Med Naked

#meditazione #naturismo #yoga #contact 💚 La serata é per tutti! Contributo AGEVOLATO al #femminile 💚 Un aiuto a sciogliere vecchi tabù e promuovere fra le donne il piacere semplice del NATURISMO 💚 🙏❤ MedNAKED lavora con la meditazione ricollegandola all’ANCESTRALITA’ e al GENOTIPO. L’approccio alla nudità è in questa visione totalmente graduale e libero. Ognuno si ferma al punto ritenuto opportuno per sè.

L’appuntamento del MERCOLEDI’ è centrato sul rapporto mente-corpo-emozioni nella fase preparatoria. L’auto-osservazione e l’introspezione statiche e in quiete sono il riferimento e la direzione.

Per chi desidera approfondire le tematiche della centratura legate alla sensualità, all’istintualità e alla sessualità:

MEDITAZIONI TANTRICHE del GIOVEDI’

———————————————

PASSO DOPO PASSO – Yin/Yang

Seguendo questa parte YIN del percorso i riflessi nel riequilibrio del posturale, specie per i diffusi fastidi alla SCHIENA, saranno solidi, ma anche lenti e progressivi.

Per completare i processi di trasformazione c’è bisogno, soprattutto per noi occidentali, di conoscere e maneggiare bene anche la parte YANG, in MOVIMENTO, nell’azione della meditazione. Che comprende poi l’area più ampia della nostra Vita: le relazioni, le emozioni, le amicizie, la sessualità, etc.

Un meditatore non può trascurare o dimenticare questi aspetti della propria esistenza. Che nelle sessioni YIN del mercoledì possono essere solo ‘spolverati’, come fosse un ‘tagliando’ settimanale.

L’approccio YANG velocizza di molto il bilanciamento naturale dell’assetto bacino-colonna vertebrale, l’apertura di tutti i sensi e l’innalzamento dei livelli di piacere e vitalità. Come per le sessioni YIN il punto di riferimento è l’AUTO-OSSERVAZIONE, la presenza, etc., qui diventa il TANTRA.

Per approfondire la fase YANG proponiamo percorsi individuale di counseling+massaggio+bioenergetica e eventi di gruppo su serata, workshop di una o più giornate nei weekend o soggiorno-vacanza in luoghi ancestrali, di natura nella stagione calda. Dove e quando il contatto con la Natura riporta direttamente al GENOTIPO.

_____________________

CONTENUTI di Med.NAKED:

Auto-osservazione e meditazione in nudità acquisiscono più forza e precisione.

Una bella opportunità sia per chi già pratica naturismo che per chi voglia avvicinarvisi per la prima volta!

Alla nudità si arriva gradualmente e senza forzature. Liberarsi dai vestiti è un vero rituale!

Lasciare andare i vestiti significa mollare tabù e maschere e poterne così prendere meglio nota.

Significa osare di mostrare apertamente i propri ‘talloni d’Achille’ non più celati e imbellettati da trucchi, stratagemmi dialettici e paramenti. Tornare semplici a quell’Uno che siamo e siamo chiamati ad esprimere.

Significa muoversi con chiaro intento senza fronzoli, indugi e distrazioni verso l’essenziale, il nucleo più profondo di sé.

Significa finalmente imparare a rilassarsi in ciò che si é già. Da questo punto fermo muoversi a smussare i lati della personalità sabotanti.

Significa orientarsi verso la propria intima innocenza e originalità.

Ogni singola sessione offre un lavoro già completo in sè. Passo dopo passo chi partecipa con frequenza approfondisce rilassamento e conoscenza di sé.

È consigliato portare con sé una salvietta o, se si preferisce, il proprio personale materiale da meditazione (materassino, cuscino, ecc.).

Il contributo-spese è di 15 euro, 5 e. per le donne. Per la sua buona organizzazione è utile segnalare la propria partecipazione via e-mail o cellulare a:

Marina 3270993489
www.lucedelcuore.it
info@lucedelcuore.it

Stefano 3296083273
https://www.prontopro.it/pro/stefano-356
stivdj@gmail.com

Qui puoi chiedere anche maggiori informazioni.

Benvenuti! ❤️🙏❤️
—————————————–

(non-)PROGRAMMA del CORSO:

Il calendario prevede incontri settimanali, al MERCOLEDI sera allo stesso orario. Si richiede la puntualità.

Praticheremo diverse tecniche di meditazione provenienti da più approcci: da quelle attive di Osho alla tradizione sufi, dalla mindfulness agli espedienti contemplativi del mistico tedesco E. Tolle.

Ognuno di noi porta con sè personalità, maschere, ego, diverse matrici e condizionamenti. Ciascuno con la sua zavorra-mix del tutto originale. Come individuali uniche sono ancke le qualità e la forza di ogni singola Essenza!

Diversi sono quindi vie e stratagemmi per scrollarsi di dosso quel bagaglio pesante, a seconda delle proprie inclinazioni.

Meglio provarne molti per trovare quello più adatto al proprio momento di vita e su quello soffermarsi magari con maggiore costanza.

La risposta, se si sta praticando o meno la via adatta a sé, si ha immediatamente dal corpo. Come una cartina al tornasole!
Quando ci si da a pratiche che la propria Essenza gradisce, la nostra corazza muscolar-caratteriale si ammorbidisce almeno un poco, molla la presa.

Molte catene muscolari tornano a ‘respirare’ di nuovo ampio e leggero dopo un po’ di scarico. Quando cominicia accadere, si è sulla strada giusta!

In una visione a 360° praticheremo sia la via orientale che quella occidentale.

La prima per noi in generale risulta più difficile, ma non per tutti. Consiste nel realizzare il vuoto nella mente, ‘mandare la mente in bianco’.

La seconda utilizza il dinamismo costante tipico della mente nella nostra cultura per portarla in modo progressivo al rilassamento. Tramite tecniche di visualizzazione e auto-osservazione in quiete.

Vi sono poi approcci che miscelano le due vie. Come quelle attive di Osho o quelle taoiste che combinano movimento lento e respirazione nel creare un matrimonio simultaneo (shen) fra mente e corpo, presenza e azione.

Nella prima parte del calendario degli incontri utilizzeremo tecniche a carattere individuale. Anche per facilitare l’ingresso nel cerchio di chi è nuovo al naturismo.

Man mano che il gruppo andrà consolidandosi introdurremo tecniche sociali, che prevedono danza in connessione, scambio e confronto fra i partecipanti.

—————————————–

A cura di:

STEFANO NIJEN
Counselor olistico Si.Co.Ol. a mediazione corporea. Specializzato in mindfulness, tantra, rilascio emozionale e massaggiatore SIAF. Ha lavorato dal 1996 al 2013 per Gautama, centro di meditazione e crescita personale in Dumenza (Va). Conduce workshop/training in Italia e in ambientI naturali genotipici (Brasile, Tenerife e Madeira). In Milano presso Spazio Darshanatura, Studio Grossi (psicologi associati – Precotto) e OlosLab.

MARINA PAUL
Fondatrice e presidente dell’associazione olistica naturista La Luce del Cuore di Milano. Da sempre ricercatrice spirituale ha trasformato nel tempo la sua carriera ‘ufficiale’ di architetto, designer e giornalista.
E’ operatrice di massaggio californiano, soul contact e massaggio tantrico Kashmiro. Oltre che di reiki, pulizia dell’aura e di massaggi in amaca con le campane tibetane metodo Enrico Valbonesi. Abbina all’arte del tocco la musicoterapia con strumenti ancestrali.

www.lucedelcuore.it

—————————————–

Valori e intenti del NATURISMO

Solo l’uomo e l’animale domestico invecchiano per un tempo lungo prima di morire. Ogni animale allo stato selvaggio giunge invece vicino alla morte nel pieno delle proprie funzioni.

L’anitra selvatica supera migrazioni di migliaia di chilometri anche in età avanzata, dimostrando destrezza e scaltrezza nell’eludere i cacciatori. Addomesticate, queste speci diventano pesanti, un po’ tonte e inadatte al volo. La scimmia conserva in foresta un’agilità impressionante fino in punto di morte. Invecchia lenta e si ammala di tbc in cattività. La trota sfreccia rapida fra i torrenti del suo habitat. Perde colori e reattività nei laghetti e vasche d’allevamento.

Perchè?

Paul Carton e i padri del Naturismo individuarono la causa proprio nell’eccesso di ‘civiltà’. Violentando le nostre possibilità di adattamento, la civilizzazione ha creato una frattura con la vita naturale, causando una grave diminuzione di tutte le attività (fisiche, psichiche e morali) dell’uomo. La soluzione non sta nel distruggere o ignorare la civilizzazione, ma nel rifondarla con più coscienza.

I padri del Naturismo ebbero notevole successo e seguito, già al loro primo apparire nella seconda parte dell’800 perchè abbinavano in modo coerente la teoria alla pratica.

Carton, medico con diversi problemi di salute congeniti, si curò sempre con l’alimentazione biologica e naturale, l’esercizio fisico, la vita all’aria aperta in natura. il nudismo e l’auto.osservazione. Anche quando a 26 anni una grave forma di tubercolosi polmonare lo stava stroncando, rifiutò le cure chimiche, si guarì completamente e sviluppo un proprio protocollo naturale che estese ai più svariati tipi di malattia con successo. Non smise la propria attiva dedizione all’arte medica fino al giorno della morte.

Ci vollero agli inizi del Novecento i soprusi violenti delle dittature europee, l’opposizione della nascente lobby banco-petrol-chimica e l’ostilità delle varie chiese per soffocare un movimento che prendeva sempre più piede sia fra la gente che in campo medico-scientifico.

Se non che oggi tutto torna prepotentemente alla luce: i luminari della scienza allopatica sono costretti a riconoscere la validità delle antiche linee-guida naturiste.
Così le vitamine naturali sono quelle che proteggono di più. Vanno assunte da frutta e verdura fresca, biologica e di zona. Limitare l’uso di farine e zuccheri raffinati, di carni rosse, specie quelle estrogenate e antibiotizzate in allevamento intensivo e tutto il cibo di produzione industriale. Ridurre le porzioni e cibarsi solo del necessario. L’esercizio fisico e passeggiate nella natura sono fondamentali. Promosse le attività di controllo dello stress dalla minfulness al training autogeno, etc. Essenziali i bagni di sole per ossa e Vit D in tarda età.

Eh già! Quando la traspirazione non è più impedita dai vestiti, le funzioni della pelle sono ristabilite. Questa diventa più leggera e resistente insieme. Non impallidisce più come una pianta isolata privata della luce del giorno. Quando la pelle è sottratta all’azione della luce, i globuli rossi diminuiscono, insieme all’emoglobina. La vita diventa meno attiva e meno intensa.

C’è di più oltre a questi aspetti pratici e fisici! Oltre il mondo definito ‘reale’, quello realmente inscatolato e definito da matrici e condizionamenti’ c’è quello selvaggio e palpitante del nostro GENOTIPO, della nostra Essenza.
…E la Fonte, la Sorgente che la ispira e l’ha generata come ogni altro essere nell’Universo.

❤🙏❤