Tantra

Tantra con Marina cell 3270993489

 

Massaggio Tantrico Kashmiro

Il massaggio Kashmiro è una pratica di ascolto tattile del corpo dell’altro, del respiro dell’altro. In questa disponibilità ed apertura le mani si muovono lentamente, con continuità e massaggiando senza intenzionalità, senza tecnica precisa, accordandosi con le richieste profonde del corpo che viene accarezzato.
Questa pratica è un incontro intimo, pelle a pelle e cuore a cuore, due corpi che comunicano nella ricettività spontanea. L’assenza d’intenzione, l’ascolto aperto, come quello dei bambini piccoli, possono portare il corpo ad aprirsi alle emozioni più profonde, risvegliando il corpo e la sua naturale vibrazione, riportandolo alla vitalità e al rilassamento.
Attraverso il tocco, coscientemente le maschere si dissolvono e il vero volto risplende. Chi riceve il massaggio si apre a ciò che emergerà nel suo corpo, alle onde che lo attraverseranno. Onde emotive, onde di energia che si susseguono sempre più liberamente in un corpo che ritrova la sua naturale apertura.

Massaggio dei 4 Elementi

È un massaggio energizzante e riequilibrante che prende spunto dalla natura e dalle caratteristiche dei suoi elementi:
Aria – con la sua leggerezza ed impalpabilità, il tocco creerà una sensazione come di volare
Acqua – con il suo scorrere e penetrare ovunque, come il fluire senza resistenza nella vita… con l’uso di olio caldo
Terra – con la sua fisicità, il massaggio sarà piacevole e sensuale ed ogni cellula sarà stimolata lavorando sul piacere che emergerà dal corpo
Fuoco – con la sua espansione ed energia sarà la giusta conclusione in cui la curva energetica arriva al culmine attraverso la stimolazione di tutti i chakra.

L’intenzione è di veicolare la persona verso un’esperienza di riattivazione delle energie, per armonizzare ed integrare le due parti, il maschile con il femminile.
Il massaggio trasporta gradualmente ad una percezione espansa della propria fisicità, ad un intima connessione e accettazione di Sé stessi.
I Benefici del Massaggio Tantrico

Sono a livello energetico del corpo nella sua totalità. Tra gli effetti immediati possiamo riscontrare risultati positivi sulla sfera psico-affettiva-sessuale, il rilascio delle tensioni e dello stress.
Inoltre, possono verificarsi trasformazioni e cambiamenti sulla percezione di sé stessi e la realtà che ci circonda, compresa una riattivazione delle energie sessuali e un potenziamento della vitalità corporea.
L’esperienza energetica dell’intero corpo viene spesso percepita e lascia i suoi effetti per diversi giorni dopo il massaggio.

Massaggio Tantra di Coppia

È un’esperienza emozionale-sensoriale per le coppie che desiderano attivare la passione nei propri cuori. È una via per avvicinarsi all’altro, al suo corpo, alle parti più intime e profonde del suo essere. È un viaggio di conoscenza di sé attraverso l’altro.

È indicato sia alle coppie che desiderano esplorare strati sempre più intensi del piacere, della complicità e dell’intesa; sia a quelle che hanno bisogno di riaccendere energia e creatività nella dimensione emotiva e sessuale.

In entrambi i casi il massaggio tantra di coppia può essere vissuto sia come un’esperienza a sé stante, con suo completamento e integrazione, che come un vero e proprio PERCORSO di apprendimento.

Nel secondo caso il massaggio verrà accompagnato di volta in volta da altri strumenti di conoscenza come rilascio emozionale, tecniche di respirazione, counseling, mantra, digito-pressioni specifiche per la liberazione dell’energia Kundalini dal coccige e dalle aree periferiche di yoni e lingam (= nomi delle aree genitali nel vocabolario tantrico).

Le istruzioni verranno trasmesse con accuratezza dai due operatori, rispettando i tempi di chi riceve l’insegnamento, andando a sciogliere con delicatezza, passo dopo passo eventuali blocchi energetici ed emotivi dei due partecipanti, sia come individui che nella coppia. Mentre il passaggio delle tecniche vere e proprie avverrà seguendo le modalità antiche della trasmissione manuale ed orale. Si tratta perciò di un percorso che verrà appositamente disegnato e dettagliato ‘su misura’.

Proprio come in origine avveniva in India da parte delle tribù tantriche nomadi verso gli apprendisti dei villaggi stanziali. Modalità di trasmissione orientate prima al pratico-esperienziale, e soltanto in seconda battuta al teorico-esoterico. Solo per chi desidera entrare anche in questa dimensione più profonda dell’essere. Modalità che sono ormai dimenticate nella nostra cultura occidentale, ma possono essere richiamate alla fantasia, ritornando con la mente ai metodi lenti e pazienti di insegnamento nelle botteghe artigiane medievali, in cui sempre si dava priorità assoluta all’aspetto esperienziale.

In riassunto gli OBIETTIVI  progressivi del massaggio tantra di coppia sono:

  • Aumentare la consapevolezza corporea, la propriocezione e la sensualità dei riceventi
  • Sviluppare un maggior contatto col proprio respiro e la sua energia fino a renderli tangibili e fluenti in tutto il corpo
  • Imparare ad allentare le proprie dinamiche di controllo e inibizione
  • Raggiungere una maggiore affinità di coppia, un equilibrio psico-fisico più stabile, superando blocchi emozionali con sé stessi e nei confronti dell’altro
  • Incrementare la propria autostima sessuale, attraverso pratica ed esperienza concrete, e di conseguenza rafforzare la complicità col partner
  • Sbloccare dal coccige, dove si trova compressa e annidata, l’energia Kundalini. Accoglierne in sicurezza l’apertura, che si presenta sotto forma di tremolii, fremiti, riflesso orgasmico esteso a tutto il corpo, intensi spasmi e scuotimenti lungo la colonna vertebrale fino al totale temporaneo abbandono del mentale
  • Imparare a godere, gestire e a tenere aperta l’energia Kundalini nella relazione, sia nella sfera intima che attraverso attivazioni ambientali (vibrazioni e codici della musica, strumenti ancestrali, suoni della natura, contatto con gli elementi, etc.)  

Come avviene il massaggio tantra di coppia

Se è vero che la parte preponderante dell’esperienza non può essere comunicata per scritto e deve rimanere misteriosa e rivelata per gradi solo tramite l’esperienza stessa, vi sono delle specifiche di cui va ben tenuto conto fin da principio per chi va a ricevere.

Tutto ciò fa parte del necessario adattamento di uno strumento utilissimo per il nostro sviluppo personale, ma proveniente da una tradizione e da ambienti culturali molto diversi dai nostri.

Perciò la sessione inizia in realtà già durante un colloquio di COUNSELING PRELIMINARE, a titolo gratuito, con uno dei due operatori via zoom o whatsapp. Questo è uno spazio speciale, molto importante, dedicato a chi si vuole avvicinare alla dimensione del tantra assieme al proprio partner, dove poter esprimere propri dubbi, aspettative, richieste specifiche e obiettivi già chiari o da chiarire. Per questo va dedicato un tempo PRIMA e FUORI dall’esperienza del massaggio stesso.

Già in questa fase precedente verranno stabiliti, in accordo con l’esperto i LIMITI ‘di comfort e sicurezza’ che la coppia intende rispettare durante il proprio viaggio. Assieme a questo, in base alla dimestichezza pregressa dei due partner con aspetti come la meditazione, lo yoga, la liberazione energetico-emozionale e alla propensione istintuale innata verificabile verso il tantra, viene anche dichiarato quale sarebbe lo STEP SUCCESSIVO alla portata dei due partner. Addentrarsi nella dimensione del tantra abbiamo già visto essere un’avventura progressiva. Perciò, oltre ai limiti, verranno anche accordati SEGNI intuitivi a bocca ed occhi chiusi, che durante l’esperienza il ricevente può comunicare al massaggiatore, se (attraverso il maggior livello energetico che sta andando acquisendo nel ‘processing’) se la sente di proseguire un passo oltre.

In questo modo si va a co-creare quella miscela di chiarezza negli accordi reciproci, zone di comfort comunemente stabilite e allo stesso tempo possibilità ‘controllata’ di apertura al nuovo, che sta alla base dell’accoglimento dell’energia tantrica. Vedremo meglio poi come ogni livello dell’esperienza sia sempre regolato da un nuovo assestamento dell’energia di SHAKTI e SHIVA, YIN e YANG, Femminile e Maschile.

Due parole ancora per comprendere meglio l’importanza di questo passaggio preliminare nella pratica. Una peculiarità di questo tipo di massaggio è che si svolge a corpo in nudità integrale, da parte di tutti e 4 i partecipanti e co-creatori dell’esperienza, ma anche per questo può essere attuata una modalità soft di approccio al lavoro. Ad esempio attraverso l’uso di bende per gli occhi e parei che velano parti del corpo, se richiesto, senza interferire con la sensualità delle manovre e movimenti sinuosi del tocco.

Altro aspetto, che per molti può essere delicato, è la fase del trattamento dedicata a YONI e LINGAM, come possibile tabù verso di sé o il partner. Nel massaggio tantrico originario non vi è alcuna differenza di valori e significati (se non da un punto di vista di pura carica energetica) fra queste aree e, ad esempio, un ginocchio o il petto, ma ognuno di noi proviene da un ambiente educativo e culturale, che si può frapporre come sovrastruttura al godimento diretto dell’esperienza in serenità.

Altri filtri potrebbero essere il sentimento di vergogna o l’auto-giudizio verso parti fisiche o emotive di sé. O l’attivazione inconscia di sistemi di ‘controllo’ verso l’altro. Se lo si desidera, tutti questi limiti possono essere sciolti e oltrepassati, ma mai in modo forzoso, diretto e spinto. Altrimenti è meglio che siano rispettati completamente: il ricevente si deve sempre sentire a proprio completo agio, per potersi lasciare andare in sicurezza, fin dove ritiene opportuno. È proprio in questi ambiti psico-fisico-emozionali che è richiesta tutta l’abilità e l’esperienza, acquisita attraverso anni di pratica, di un operatore riconosciuto e abilitato.

È fondamentale, prima di entrare nella fase esperienziale, che si instauri fra i quattro partecipanti piena e totale fiducia. Qualsiasi insicurezza, fra chi riceve e chi da, dev’essere esposta. Ogni tipo di aiuto può essere offerto, in un’atmosfera di amorevolezza e cura, vi basterà parlarne apertamente e richiederlo

Il trattamento ha la particolarità di essere fatto CONTEMPORANEAMENTE sui due partner, distesi su un UNICO GRANDE TATAMI, un materasso basso specifico per questo tipo di massaggi proveniente dalla tradizione orientale e utile per mantenere in modo comodo il contatto con Madre Terra. Sia lui che lei provano assieme l’emozione di essere massaggiati da mani esperte e portati a livelli maggiori di apertura energetica. I corpi sottili di uomini e donne funzionano solitamente in modo molto differente e seguendo tempistiche di ‘carica-e-scarica’ specifiche, per cui i percorsi e il tracciato del massaggio fra maschile e femminile sono molto diversi, eseguiti comunque in modo da allineare e sincronizzare la fase finale di apertura e sblocco energetico. Questo può avvenire tramite un orgasmo interno od esterno, oppure può fermarsi alla fase di carica che presiede a quel momento. Tutto ciò è anche parte degli accordi preliminari.

Qui sopra ho presentato la modalità tradizionale, che di solito viene suggerita fin dall’inizio, ma vi possono essere limiti fisici o emotivi, che portano la coppia a prediligere la scelta del lettino per la pratica o metodi e filtri, che proteggano i sensi della vista e dell’udito per i due partner, almeno nella fase iniziale dell’esperienza. Come l’utilizzo di velari, paraventi o la disposizione su stanze attigue ma separate.

Al di là di questi accorgimenti e variabili, che possono essere adattati, su misura sulle esigenze della coppia, vi sono poi invece dei passaggi FONDAMENTALI, che caratterizzano in modo imprescindibile l’esperienza del VERO massaggio tantra di coppia:

1 – il RITUALE D’APERTURA, che ci riconnette con gli elementi ARIA e ACQUA, attraverso l’uso della piuma e di un panno imbevuto nell’acqua di rose. È un atto che segna il confine fra l’esperienza del mondo esterno e quella del mondo interno, induce una prima rivoluzione energetica nel ricevente. Qui il movimento dell’energia cambia direzione. Non più dall’interno verso l’esterno, come tipico nella nostra cultura, tramite la propensione all’azione e al controllo del circostante, ma viceversa. Questo rituale, tramite il richiamo dei due elementi, ci riconnette con la nostra nascita. Segna simbolicamente ed energeticamente il passo verso la nostra rinascita. Un momento ancora più importante oggi per noi in Occidente, viste le modalità innaturali, che quasi tutti abbiamo vissuto durante il parto: taglio prematuro del cordone ombelicale, luci forti puntate addosso e in ambiente secco e sterilizzato, anziché semi-buio e moderatamente umido, etc. Tutti piccoli grandi choc, registrati nella nostra memoria cellulare, che possono essere sanati attraverso il simbolo e la comunicazione sensoriale adeguata. Il richiamo dei due elementi prepara poi l’esperienza centrale del massaggio, caratterizzata dall’integrazione di FUOCO e TERRA.

2 – la DESINCRONIZZAZIONE del tocco. Questo aspetto richiede molta pratica e dimestichezza da parte del massaggiatore/trice nello sviluppo dei tracciati, che le mani, avambracci e cosce dovranno eseguire e presuppone da parte sua l’abilità di saper riequilibrare a piacimento nel momento presente i propri emisferi celebrali. Quindi oltre a tanta pratica, anche tanta meditazione! O mindfulness come va più di moda chiamarla oggi. Questo è uno dei veri punti di forza del massaggio tantra, assieme al coinvolgimento contemporaneo di vaste aree dell’epidermide, con fasi di tocco esteso a tutto il corpo. Al riequilibrio energetico contribuisce anche il continuo alternarsi delle due energie di carica e scarica, a seconda delle esigenze mostrate nel momento dai meridiani dell’individuo. Il tipico tocco tantrico, infatti, va eseguito con movimenti lenti e molto delicati, di sfioramento e carezza, alternati ad altri più puntiformi, dove va applicata maggior pressione controllata, vigore ed energia La mente del ricevente, ispirata da questa tipologia di tocco e massaggio, viene coinvolta a tal punto, che lascerà inevitabilmente cadere tutta l’attenzione solo e soltanto al proprio corpo. Senza bisogno di concentrazione alcuna, ad un certo punto il respiro del ricevente si farà più lento e profondo, la mente seguirà, cadendo piacevolmente e adagiandosi solo nel QUI E ORA.

Si tratta di sensazioni uniche, che prendono spunto e partono dall’aspetto sensoriale e materiale, per spingersi poi molto oltre. In questo spazio interiore così raggiunto, non solo le tensioni fisiche si vanno a sciogliere, ma anche quelle emotive, lo stress ‘evapora’ grazie al nuovo nutrimento e alla rigenerazione cellulare, che avviene spontaneamente. Si tratta di dimensioni interiori, che per essere vissute richiederebbero altrimenti molta pratica, dedizione e dimestichezza, se ricercate a livello solo individuale, senza scambio. Lo spazio meditativo in questo caso viene così trasmesso in modo dolce e naturale da chi dà a chi riceve il tocco tantrico. A volte, già alla prima esperienza di massaggio, il ricevente raggiunge vette di piacere epidermico ed interiore, di benessere e pace, mai provate prima.

Conclusione della sessione

Una volta terminato il massaggio, la coppia rimane per un po’ di tempo distesa, uno accanto all’altra, ascoltando il proprio corpo e i benefici ricevuti, e continuando a rilassarsi. Questo è un momento particolarmente prezioso per comunicare al partner le sensazioni provate. Tutto ciò può avvenire verbalmente, ma è molto meglio se accade senza o con poche parole.

Terminata la prima parte del viaggio, avvenuta tramite il supporto e la stimolazione da parte dei due professionisti, si accede a quello spazio interiore, in cui è più facile ritrovare l’affinità ideale col proprio partner. Fino a poco prima si sono lasciate emergere sensazioni purissime e primordiali, spesso inesplorate, questo è il momento più adatto per coglierne il frutto.

Una volta lasciati soli, i due amanti potranno sentire il desiderio di accarezzarsi, abbracciarsi e di continuare a godere assieme della vibrazione estatica raggiunta. La prima parte del trattamento è stata eseguita proprio col fine di coltivare l’energia sessuale, elevarla fino ad espandere il riflesso orgasmico alla totalità del corpo, sconfinando dai genitali.

La prima parte con i due operatori prepara al meglio il terreno, offre un’esperienza molto profonda, un viaggio emozionale che può far conoscere nuovi modi per entrare in contatto, sanare ferite individuali e mancanze di coppia. Le sensazioni piacevoli di profondo abbandono, di vuoto mentale, ascolto del sé rimarranno ancora per un po’ad accompagnare i due riceventi. Così nel momento del ricongiungimento, l’intesa reciproca ne trarrà immediato giovamento, sarà percettibile a più livelli, non solo sensoriali, ma in modo inequivocabile. Soprattutto con ottimi riflessi poi nel quotidiano, nella vita di coppia.

Specifiche del trattamento

Il massaggio viene eseguito solitamente con l’uso di olio, che va scelto con accuratezza in base al tipo di epidermide e di quali manovre chi riceve ha più bisogno e su quali zone del corpo ha maggior bisogno di essere sciolto, ‘decontratturato’ o ricaricato. La temperatura stessa dell’olio è molto importante e va calibrata in base alle stesse variabili ed esigenze.

Usiamo prevalentemente miscele composte su misura per la persona e ad hoc per il momento di olio di mandorle dolci, vinaccioli, cocco e ricino. Tutti di coltivazione biologica e spremuti a freddo.

Analogamente anche i tracciati ed i percorsi del massaggio seguono orientamenti diversi a seconda dell’esigenza evidenziata dalla persona e, soprattutto, dalla sua energia. Quindi a volte si andrà a lavorare di più con il riequilibrio dei 7 chakra, a volte più con i 4 elementi, altre ancora con ‘touch of passion’ o con l’ausilio di pietre e cristalli.

Un vero massaggio tantra non è mai uguale all’altro. È sempre un’esperienza assolutamente unica e irripetibile, totalmente nel momento, sia per chi da che per chi riceve.

Massaggio Tantra Individuale a 4 mani

Il trattamento è uno dei più potenti per l’ALCHIMIA interna. Il consiglio per comprenderne a fondo la forza e l’efficacia è di consultare per intero anche la pagina ‘MASSAGGIO TANTRA DI COPPIA’ (vedi qui sopra). Li viene ben spiegato sia il rituale d’apertura che la de-sincronizzazione nel tocco tantrico. Significa, in pratica, che una mano segue un percorso e l’altra totalmente un altro, quindi le mani non vanno mai in parallelo sul corpo del ricevente. E anche che se una esegue pressioni profonde, che influenzano la muscolatura tonificandola (energia yang- maschile – shiva), l’altra contemporaeamente può dedicarsi a manipolazioni leggere, avvolgenti e coinvolgenti (yin – femminile – shakti) che stimolano maggiormente la pelle e il lato emotivo della persona.

Questo approccio specifico crea dapprima un effetto piacevole di momentaneo disorientamento nel mentale del ricevente. Dopo poco i suoi due emisferi celebrali vanno a riequilibrarsi su un altro livello energetico. Solitamente i ritmi della nostra società danno molta enfasi al solo emisfero sinistro, quello per brevità più logico-razionale, anche se la questione sarebbe un po’più complessa. Quello è l’esatto momento, in cui la respirazione rallenta e s’approfondisce da sé, e la mente si silenzia ed entra in pieno contatto col QUI E ORA.

Questo effetto si raggiunge sicuramente prima e con forza ancora maggiore, quando ad agire così sono 4 mani su un unico ricevente. Il riequilibrio delle due energie shiva e shakti, yang e yin avviene in modo amplificato e completo attraverso il tocco di un massaggiatore e una massaggiatrice. 

È un’esperienza di cuore molto intensa, che conduce in una dimensione di profonda ed assoluta “presenza”, in cui ogni aspettativa mentale viene a cadere. Solo così potrà essere vissuta una vera esperienza Tantrica.

Quando riusciamo a stare in totale RICEZIONE ritorniamo a respirare la vera Vita: ogni millimetro della nostra pelle può donarci intense emozioni. Lì ci rendiamo conto che le energie che circolano al nostro interno sono molto più potenti e presenti di quanto noi pensiamo.

Durante il trattamento vengono messi in movimento vari piani energetici e questi possono anche contemplare il piano sessuale, ma la cosa importante è non rimanervi agganciati con la mente, lasciando scorrere queste energie. Esattamente come arrivano possono passare, lasciare il posto ad altre energie e tornare, nulla va forzato o condizionato, quando si riesce ad entrare in questo stato dell’Essere. Tutto deve fluire e scorrere, allora il Tantra succede per davvero.

Qui si può sperimentare la capacità di stare nel piacere del corpo, dello spirito, del cuore e dei sensi, lasciando cadere gli schemi e le strutture, che ci fanno percepire come ‘divisi all’interno’. E credere che l’unica forma intensa di piacere sia esclusivamente ubicata nella sfera della sessualità.